Il travaglio della coscienza

don-primo-mazzolari1

Lo scorso 9 gennaio il Centro Pastorale Diocesano di Cremona ha voluto rendere omaggio alla straordinaria figura di Don Primo Mazzolari, del quale ricorrerà il cinquantesimo anniversario di morte il prossimo 12 aprile, con un convegno dal titolo “Pace nostra Ostinazione – Don Primo Mazzolari: il travaglio della coscienza” svoltosi in Sala Grossi.

All’iniziativa, promossa da Acli, Associazione Mounier, Associazione Radici e Futuro, Centro Studi Sinistra Europea, Movimento Federalista Europeo, sono intervenuti il prof. Giorgio Campanini, docente di Storia delle dottrine politiche presso l’Università di Parma, e Don Bruno Bignami, docente di teologia morale.

Don Primo Mazzolari, nato nel 1890 a Boschetto, svolse la sua attività pastorale tra le province di Cremona e Mantova dove, proprio in questi mesi, si stanno svolgendo numerose manifestazioni ed occasioni per approfondire la conoscenza di questo sacerdote, della sua personalità ed attività. Il suo percorso costituisce, a tutt’oggi, una tappa imprescindibile nella storia della teologia morale per quanto riguarda i temi, quanto mai attuali, del rapporto tra il cattolicesimo e la guerra e del pacifismo cristiano in Italia.

Don Primo Mazzolari e la sua vocazione vissuta profondamente accanto agli indigenti e ai bisognosi, sempre in prima linea senza risparmiarsi mai. Fu cappellano militare durante la Prima Guerra Mondiale seguendo le truppe al fronte in un’esperienza, durata nove mesi, che lo segnò profondamente; negli anni Trenta, giunto come parroco a Bozzolo, iniziò a scrivere: proprio attraverso queste numerose, profonde testimonianze  è possibile ricostruire, come in un puzzle, una vita straordinaria vissuta senza risparmiarsi mai.  Credette fermamente alla necessità di rinnovare la Chiesa, di cui lucidamente vedeva debolezze e limiti;  fu costantemente promotore della pace, della necessità di portare la Parola di Dio anche a chi viveva ai margini e rifiutava la fede, del forte bisogno di un rinnovamento sociale e morale da attuare nel nostro Paese in un percorso da compiersi sulla base della solidarietà e della giustizia per tutti.

Questo primo appuntamento è dunque un anticipo “cremonese” delle numerose, importanti iniziative che la Fondazione Mazzolariana ha preparato per il 2009.

Il 17 e 18 aprile si terrà a Roma un importante Convegno: “L’ecclesiologia dei tempi di Don Primo”. Il convegno di profonda valenza scientifica, organizzato unitamente all’Istituto Luigi Sturzo di Roma, rivisita le concezioni ecclesiologiche dei tempi di Pio XI e Pio XII, tenendo conto dello sviluppo delle nuove correnti di spiritualità nel clero e nel laicato tra gli anni Trenta e Cinquanta del Novecento.Il programma, a cura del Comitato Scientifico della Fondazione Don Mazzolari e in specifico del prof. Maurilio Guasco, prevede la partecipazione dei principali studiosi italiani sull’argomento.

A Bozzolo (MN) il 19 aprile, in occasione del 50° anniversario della morte, verrà  officiata dall’Arcivescovo di Milano, Mons. Dionigi Tettamanzi, una Messa solenne; mentre a Cicognara la celebrazione sarà ripresa e trasmessa dalle telecamere RAI.

A settembre, in occasione della “Biennale Don Primo Mazzolari”, la Rassegna Internazionale d’Arte città di Bozzolo il cui premio fu istituito, nei primi anni ’50, da Don Primo stesso, si potrà probabilmente ammirare un’importante icona di San Nicola, proveniente dal Museo dell’Ermitage di San Pietroburgo. La notevole importanza di questo prestito è accentuata anche dal valore simbolico legato alla figura di San Nicola, venerato sia dalla tradizione cattolica che da quella ortodossa, qui assunto dunque come segno di tolleranza, cooperazione  e pace.

Per il programma completo di tutte le celebrazioni ufficiali per il 50° anniversario della morte di don Primo Mazzolari si rimanda direttamente alla relativa pagina sul sito internet della Fondazione Mazzolariana.

Qui in Biblioteca potete trovare un ampio fondo mazzolariano comprendente tutta la sua opera e numerosi, aggiornati contributi critici relativi ai suoi scritti e alla sua attività pastorale.

Abbiamo selezionato per voi:

Quando la patria chiama. Don Mazzolari, Bozzolo, la guerra.
/ Primo Mazzolari ; a cura di Maria Teresa Balestreri. – Bozzolo (MN) : Edizioni della Fondazione “Don Primo Mazzolari”, [1998]. – 242, [2] p. ; 18 cm

Il compagno Cristo : Vangelo del reduce
/ Primo Mazzolari ; presentazione di Nazareno Fabbretti. – Brescia : V. Gatti, c1967. – 276 p. ; 19 cm

Diario di una primavera (1945)
/ Primo Mazzolari ; presentazione di Nazareno Fabbretti ; 2. ed. – Bologna : EDB, 1977. – 127 p. : ill. ; 18 cm

Tempo di credere
/ Primo Mazzolari ; presentazione di Fabiano de Zan ; 3. ed. – Bologna : EDB, 1977. – 191 p. ; 19 cm

Tra l’argine e il bosco
/ Primo Mazzolari ; presentazione e note di Libero Dall’Asta e Guido Astori ; 2. ed.  – Bologna : EDB, 1977. – 187 p. ; 18 cm

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...